Homepage Homepage Homepage Homepage
Home       Film Programmazione      Archivi Film -. Eventi       Sezioni Posters
Sezione Film
° Home


 Programmazione
° Film in programma
° Prossimi Film
° Cineforum

Sezioni
° Elenco Trailers
° Elenco Posters
° Archivio Film

1 2 3
4 Sezione Eventi 6
7 8
9
10
° Eventi in Digitale
° CineMerenda
° Rassegne Teatrali

 Agorà TM 2019
 ° Spettacoli
 ° Abbonamenti

° Archivio Eventi
12
13

Sezione Informativa
° News
° Informazioni e foto
° Biglietti e orari
° Dove Siamo
° Contatti
° Mailing List

Info
Parlano di noi:
Proloco Robecco s/N
Sale della comunita

Informazioni:
Tutte le notizie, recensioni e immagini riguardanti i film
sono prese da:

Filmup.com

Scheda Film: Natale in Sud Africa

Natale in Sud Africa



Titolo Originale: Natale in Sud Africa
Nazione: Italia
Anno: 2010
Genere: Commedia
Durata: 105'
Regia: Neri Parenti
Sito ufficiale: www.nataleinsudafrica.it

Cast: Christian De Sica, Massimo Ghini, Giorgio Panariello, Belen Rodriguez, Max Tortora, Barbara Tabita, Serena Autieri, Laura Esquivel, Alessandro Cacelli, Matthew Dylan Roberts
Produzione: Filmauro
Distribuzione: Aurelio De Laurentiis & Luigi De Laurentiis, Filmauro
Data di uscita: 17 Dicembre 2010 (cinema)


Trailer: Trailer

(Opinioni presenti: 3 - Media Voto: 3 Stelle)



Carlo (Christian De Sica) è in vacanza in Sudafrica con l’amata Susanna (Barbara Tabita), la sua seconda moglie. Tutto sembra andare per il meglio fino a quando, per uno strano scherzo del destino, incontra il fratello minore Giorgio (Max Tortora) in
compagnia della moglie Marta (Serena Autieri). Tra i due non corre buon sangue: in passato sono stati soci in affari ma Giorgio ha truffato il fratello portandogli via il patrimonio e la moglie. Carlo però ha saputo risalire la china e, grazie anche all’amore di Susanna e all’incontro con un nuovo giovane socio, è riuscito a dimenticare la sua ex e a ritornare ricco come prima, anzi molto di più. La cosa sorprende Giorgio e ancora di più Marta che si convince di avere scelto il fratello sbagliato. Giorgio al contrario di Carlo è, infatti, riuscito a dilapidare il patrimonio che aveva scippato al fratello. Tuttavia un’amara sorpresa attende Carlo che, al suo rientro in albergo, scopre di essere stato ancora una volta pugnalato alle spalle e lasciato in bolletta dal nuovo socio. Senza più un soldo per pagare il conto del lussuoso albergo, lui e Susanna sono costretti a fuggire di nascosto dall’hotel e a trasferirsi in una bettola. Ma sia Carlo che Giorgio sono intenzionati a recuperare le fortune perdute ed entrambi iniziano ad escogitare una serie di stratagemmi per cercare di truffarsi a vicenda. Galeotto sarà un viaggio attraverso la Savana... Massimo Rischio (Massimo Ghini) è un noto chirurgo ed è amico di vecchia data di Ligabue, detto Bue, (Giorgio Panariello), un ricco macellaio toscano. I due decidono di regalarsi per Natale una vacanza-safari nella Savana per partecipare alla leggendaria caccia grossa insieme ai loro rispettivi figli: Laura (Laura Esquivel) e Vitellozzo (Alessandro Cacelli), da sempre fidanzatini. Intanto in un bioparco italiano la bellissima
Angela (Belen Rodriguez), una giovane entomologa italo-argentina, riceve un’inaspettata notizia: è stata trovata traccia nella Savana del mitico Lepidotterus Ceruleus Paradisiacus, meraviglioso insetto a cui Angela ha dedicato anni di ricerca. Senza perder tempo, la bella studiosa parte alla volta del Sudafrica. Durante il volo si imbatte in Massimo e Ligabue, ma l’incontro non è dei migliori. Arrivata a destinazione, la ragazza scopre con disappunto di alloggiare nel loro stesso albergo. Dopo una cena, durante la quale Massimo e Ligabue tentano maldestramente di corteggiarla, Angela decide di fare buon viso a cattivo gioco e di sfruttare i due amici per farsi aiutare nella ricerca del rarissimo insetto. Mentre Massimo e Ligabue si contendono le attenzioni della bella entomologa, Laura si trova a dover scegliere fra il proprio fidanzato Vitellozzo e lo spasimante Mauro (Brenno Placido), che l’ha raggiunta a sorpresa nel luogo di vacanza...




Natale in Sud Africa
Subito dopo i titoli di testa, sulle note di Waka waka che accompagnano le immagini quasi disneyane di elefanti che ballano, abbiamo il professor Massimo Rischio (Massimo Ghini), il quale sta per operare l’ultima ernia del disco prima di partire per le vacanze di Natale nella Savana, dove, iieme al ricco macellaio toscano Ligabue (Giorgio Panariello) detto Bue, quella che doveva essere una caccia grossa si trasforma nella gara al corteggiamento della sexy zoologa italo-argentina Angela (Belén Rodriguez), alla ricerca del mitico ietto Lepidotterus Ceruleus Paradisiacus.
E, prima ancora dell’entrata in scena di Carlo (Christian De Sica) e della sua seconda moglie Susanna (Barbara Tabita), i quali, anch’essi vacanza in Sud Africa, incontrano casualmente Giorgio (Max Tortora), ex socio in affari e fratello minore di lui che lo truffò portandogli via il patrimonio e la compagna Marta (Serena Autieri), facciamo conoscenza con i fidanzatini Vitellozzo (Alessandro Cacelli) e Laura (Laura Esquivel), rispettivamente figli di Ligabue e Rischio.
Con lo spasimante Mauro (Brenno Placido) a fare da terzo incomodo tra i due ragazzi ed immancabili immagini da cartolina destinate a catturare spesso l’attenzione dell’obiettivo di ripresa, sono questi gli elementi su cui si costruisce il cinepanettone Filmauro 2010, diretto come la maggior parte dei precedenti tasselli della saga natalizia De Laurentiis dal fantozziano Neri Parenti che, oltre a concedei un’apparizione nel coo dei primi minuti di visione, ne cura anche la sceneggiatura iieme ad Alessandro Bencivenni, Domenico Saverni, Alessandro Pondi e Paolo Logli.
Sceneggiatura che, curiosamente, non tira in ballo alcun riferimento ai Mondiali di Calcio 2010, svoltisi proprio in Sud Africa, preferendo invece concentrai su gag che vedono coinvolti i vari esponenti della fauna locale, dagli elefanti ai leoni, e perfino un improvvisato intervento chirurgico dagli esiti cartooneschi.
Ma, sebbene la dose di volgarità appaia meno fastidiosa del solito, nonostante parolacce ed escrementi vari, si avverte non poco la mancanza di momenti e battute che siano veramente capaci di divertire lo spettatore.
Perché, tra la Rodriguez definita polignocca anziché poliglotta da un Panariello al suo peggio e De Sica che, qui alle prese anche con l’alito pesante, si limita a rifare sé stesso, risulta piuttosto difficile sfoggiare il proprio sorriso dinanzi a 105 fiacchi, noiosi minuti di visione rientranti di sicuro tra i peggiori sfornati da Parenti nel coo della sua carriera.
Minuti di visione che ci spingono prima ad interrogarci su quale fosse l’effettiva utilità dell’irrilevante, breve vicenda della Esquivel, poi, complice anche il precedente, pessimo Natale a Beverly Hills (2009), a suggerire a De Laurentiis di orientai veo una nuova formula (o di tornare a quella vecchia del primo, iuperabile Vacanze di Natale), almeno per far sì che il genere non muoia in maniera definitiva.

La frase: Massimo Rischio e fa il chirurgo? Non so se mi farei operare da lei molto volentieri.
Francesco Lomuscio

Go Back - Stampa

Preferenza
 

 
Follow us to...

Film + cliccati
1.   A Christmas Carol
2.   Gli amori folli
3.   Genitori & Figli - Agitare bene prima dell'uso
4.   Oceani 3d
5.   A Single Man
6.   Up
7.   Nine
8.   The Last Song
9.   G-Force: Superspie in missione
10.   L'uomo nell'ombra

Ultime schede
  Il Richiamo della Foresta
  1917
  Odio l estate
  Pinocchio
  Tolo Tolo
  Frozen 2 - Il Segreto di Arendelle
  Il primo Natale
  Tutto il mio folle amore
  La Famiglia Addams
  Sono Solo Fantasmi

P.zza XXI Luglio - Robecco sul Naviglio (MI)