Homepage Homepage Homepage Homepage
Home       Film Programmazione      Archivi Film -. Eventi       Sezioni Posters
Sezione Film
° Home


 Programmazione
° Film in programma
° Prossimi Film
° Cineforum

Sezioni
° Elenco Trailers
° Elenco Posters
° Archivio Film

1 2 3
4 Sezione Eventi 6
7 8
9
10
° Eventi in Digitale
° CineMerenda
° Rassegne Teatrali

 Agorà TM 2019
 ° Spettacoli
 ° Abbonamenti

° Archivio Eventi
12
13

Sezione Informativa
° News
° Informazioni e foto
° Biglietti e orari
° Dove Siamo
° Contatti
° Mailing List

Info
Parlano di noi:
Proloco Robecco s/N
Sale della comunita

Informazioni:
Tutte le notizie, recensioni e immagini riguardanti i film
sono prese da:

Filmup.com

Scheda Film: L amore bugiardo - Gone girl

L amore bugiardo - Gone girl



Titolo Originale: Gone Girl
Nazione: U.S.A.
Anno: 2014
Genere: Drammatico, Thriller
Durata: 149'
Regia: David Fincher
Sito ufficiale: www.findamazingamy.com
Sito italiano: www.lamorebugiardo.it

Cast: Rosamund Pike, Ben Affleck, Missi Pyle, Sela Ward, Neil Patrick Harris, Scoot McNairy, Carrie Coon, Boyd Holbrook, Emily Ratajkowski, Kim Dickens, Tyler Perry
Produzione: New Regency Pictures, Pacific Standard, Regency Enterprises
Distribuzione: Twentieth Century Fox
Data di uscita: Roma 2014 - Gala
18 Dicembre 2014 (cinema)


Trailer: Trailer

(Opinioni presenti: 1 - Media Voto: 4 Stelle)



Tratto dall'imperdibile e avvincente bestseller omonimo, L'amore bugiardo - Gone Girl del regista David Fincher è un viaggio convulso attraverso la moderna cultura dei media e lungo le profonde, oscure linee di frattura di un matrimonio americano, con tutte le sue false promesse, gli inganni inevitabili e l'umorismo cupo.
Al centro della storia troviamo l'ex scrittore newyorkese Nick Dunne e la moglie ed ex ragazza dei suoi desideri Amy, che cercano di sbarcare il lunario nel Midwest americano in piena recessione. La loro storia traccia la sinuosa silhouette della vita di una coppia contemporanea felicemente sposata. Ma il giorno del quinto anniversario di matrimonio, Amy scompare e quella silhouette si sgretola in un labirinto di crepe. Nick, avvolto in una nebbia di comportamenti ambigui, diventa il principale indiziato, mentre la ricerca di Amy segue il suo corso in una crescente frenesia mediatica, davanti agli occhi di un mondo assetato di rivelazioni.



Le donne sono diverse o addirittura pazze psicopatiche per gli uomini?
Da quanto tempo sentiamo dire queste frasi, e sfidiamo qualcuno a dire di non averlo mai pensato, ma questo capolavoro di David Fincher mostrerà una storia difficile da immaginare e di grande originalità, tratta dal romanzo best seller L'amore bugiardo, scritto nel 2012 da Gillian Flynn, che cura anche la sceneggiatura del film.
Il cineasta, autore di cult come “Fight Club”, dirige un cast stellare in “L'amore bugiardo - Gone girl”. I protagonisti sono Ben Affleck e Rosamund Pike, nei panni rispettivamente di Nick e Amy Dunne, una splendida coppia che cambia con il matrimonio iniziando un viaggio doloroso e pieno di orrori. L’intreccio narrativo è semplicemente perfetto, lo spettatore tiene lo sguardo incollato dall’inizio alla fine nella voglia quasi frenetica di scoprire la verità. Quest’ultima è la vera protagonista del lungometraggio in un gioco d’inganni e colpi di scena, rilevati attraverso dei flashback, degni dei thriller migliori.
Nella sua carriera Fincher ha raggiunto i maggiori successi avvalendosi della collaborazione di ottimi scenografi, spesso e volentieri autori di opere trasposte o ispirandosi a fatti realmente accaduti, basti pensare per le prime a “Il curioso caso di Benjamin Buton” e “Millennium, uomini che odiano le donne” e agli avvenimenti reali in “Zodiac” e nel pluripremiato “The Social Network”.
Dramma, commedia e suspense si mixano in “L'amore bugiardo - Gone girl” per dare forma a un risultato eccellente. I due protagonisti perdono i rispettivi lavori e decidono di tornare nella città natale di Nick in Missouri e di lasciare la bella New York City. E’ l’inizio della fine, il sogno che avevano costruito si sgretola con la monotonia e l’oppressione della moglie.
Lo stile narrativo in questa prima parte è alternato dalla prima persona di Nick e quella di Amy, ma ben presto si capirà che entrambi non hanno detto la verità. La scomparsa di quest’ultima, la mattina del loro quinto anniversario, è uno shock per la piccola comunità.
Tutti cercano di scoprire che fine abbia fatto, mentre nel frattempo tanti indizi spingono i sospetti della comunità sul consorte. Le verità che emergono sembrano dare ragione alle indagini, Nick non è mai stato sincero e sembra essere un vero mostro. Proprio quando il cerchio si sta per stringere, Nick capisce ciò che è realmente accaduto e tutto torna, la caccia al tesoro dei regali si rivela la chiave di volta della narrazione.
Fincher riesce a combinare ad arte le immagini e il materiale a disposizione incantando il suo pubblico e cambiando continuamente lo sbocco finale. La letale ironia vuole che questa storia collassi su se stessa, trascinando con sé il mal capitato Nick a inglobarsi all’interno dell’incubo che stava vivendo. Vecchi fidanzati che ritornano, in particolare il pubblico apprezzerà Neil Patrick Harris, noto come il Barney della fortunata serie “How I met your mother”, qui costretto ad azioni sciocche per un amore da troppo tempo atteso e sempre disilluso. Tra talk show televisivi e indagini scientifiche emergerà una verità inattesa sul delitto, quasi inimmaginabile, quasi scritta da maestri della letteratura come Agatha Christie, ma anche dal recente Richard Castle.
La realtà è che in “L'amore bugiardo - Gone girl” viene mostrato come anche l’amore più solido e vero possa cambiare improvvisamente, anzi è proprio quando meno te lo aspetti che devi trovare la forza di evitare che si possa scatenare un domino incontrollabile. Il lungometraggio di Fincher non annoia neanche in un fotogramma nei suoi 149’, come d’altronde la maggior parte delle opere nella sua filmografia. Destinato a diventare un cult movie strapperà applausi, risate e farà venire voglia di essere visto nuovamente per apprezzarne ancora di più gli straordinari dettagli e le varie sfumatura di una sceneggiatura da Oscar.

La frase:
"Mi sento come un oggetto portato qui per errore. Da buttare via se necessario".

a cura di Thomas Cardinali

Go Back - Stampa

Preferenza
 

 
Follow us to...

Film + cliccati
1.   A Christmas Carol
2.   Gli amori folli
3.   Genitori & Figli - Agitare bene prima dell'uso
4.   Oceani 3d
5.   A Single Man
6.   Up
7.   Nine
8.   The Last Song
9.   G-Force: Superspie in missione
10.   L'uomo nell'ombra

Ultime schede
  Il Richiamo della Foresta
  1917
  Odio l estate
  Pinocchio
  Tolo Tolo
  Frozen 2 - Il Segreto di Arendelle
  Il primo Natale
  Tutto il mio folle amore
  La Famiglia Addams
  Sono Solo Fantasmi

P.zza XXI Luglio - Robecco sul Naviglio (MI)