Homepage Homepage Homepage Homepage
Home       Film Programmazione      Archivi Film -. Eventi       Sezioni Posters
Sezione Film
° Home


 Programmazione
° Film in programma
° Prossimi Film
° Cineforum

Sezioni
° Elenco Trailers
° Elenco Posters
° Archivio Film

1 2 3
4 Sezione Eventi 6
7 8
9
10
° Eventi in Digitale
° CineMerenda
° Rassegne Teatrali

 Agorà TM 2019
 ° Spettacoli
 ° Abbonamenti

° Archivio Eventi
12
13

Sezione Informativa
° News
° Informazioni e foto
° Biglietti e orari
° Dove Siamo
° Contatti
° Mailing List

Info
Parlano di noi:
Proloco Robecco s/N
Sale della comunita

Informazioni:
Tutte le notizie, recensioni e immagini riguardanti i film
sono prese da:

Filmup.com

Scheda Film: La teoria del tutto

La teoria del tutto



Titolo Originale: The Theory of Everything
Nazione: Regno Unito
Anno: 2014
Genere: Drammatico
Durata: 123'
Regia: James Marsh
Sito ufficiale: www.focusfeatures.com/...
Sito italiano: www.lateoriadeltutto.it
Social network: facebook, twitter

Cast: Felicity Jones, Eddie Redmayne, Charlie Cox, Emily Watson, David Thewlis, Harry Lloyd, Maxine Peake, Adam Godley, Simon McBurney, Charlotte Hope
Produzione: Working Title Films
Distribuzione: Universal Pictures Italia
Data di uscita: 15 Gennaio 2015 (cinema)


Trailer: Trailer

(Opinioni presenti: 1 - Media Voto: 4 Stelle)



La teoria del tutto è la storia straordinaria ed edificante di una delle più eccelse menti viventi del mondo, il famoso astrofisico Stephen Hawking, e di due persone che resistono alle più grandi difficoltà attraverso l'amore. Nel 1963, da studente di cosmologia della leggendaria università inglese Cambridge, Stephen (interpretato da Eddie Redmayne di Les Misérables) sta facendo grandi passi ed è determinato a trovare una "spiegazione semplice ed eloquente" per l'universo. Anche il suo mondo privato si schiude quando si innamora perdutamente di una studentessa di lettere della stessa Cambridge, Jane Wilde (Felicity Jones di The Invisible Woman). Ma, all'età di 21 anni, questo giovane uomo sano e dinamico riceve una diagnosi che gli cambia la vita: la malattia del motoneurone attaccherà i suoi arti e le sue capacità, lasciandolo con una limitata capacità di linguaggio e di movimento e con circa due anni di vita da vivere. L'amore di Jane, il suo combattivo supporto e la sua determinazione sono incrollabili - e i due si sposano. Con la sua nuova moglie che lotta instancabilmente al suo fianco, Stephen si rifiuta di accettare la sua diagnosi. Jane lo incoraggia a finire il suo dottorato, che include la sua teoria iniziale sulla creazione dell'universo. La coppia mette su famiglia e con il suo dottorato da poco guadagnato e accolto con grande gioia, Stephen si imbarca nel suo lavoro scientifico più ambizioso, lo studio della cosa di cui possiede meno: il tempo. Mentre il suo corpo affronta limitazioni sempre più grandi, la sua mente continua a esplorare i limiti estremi della fisica teorica. Insieme, lui e Jane sfidano l'impossibile, aprendo nuovi territori nel campo della medicina e della scienza, e realizzando più di quello che avrebbero mai sognato di realizzare.



Il Tempo. La cosa che più di tutte interessa la brillante mente di Stephen Hawking e l’unica cosa che sembra mancargli. “La Teoria del tutto” è la trasposizione del romanzo “Travelling to Infinity: My Life with Stephen” di Jane Wild, prima moglie del cosmologo. Non è però un semplice biopic sulla vita, la scoperta della malattia e l’incredibile voglia di vivere di un uomo. No, è molto di più: una delle storie d’amore più belle, complete e complesse mai portate sul grande schermo. Talmente incredibile da non sembrare reale.
L’interpretazione magistrale e complicatissima del professore che occupò la cattedra che fu di Isaac Newton all’Università di Cambridge da parte di Eddie Redmayne è paragonabile a quella in altri illustri biopic, come ad esempio Russell Crowe in “A Beautiful Mind”, Denzel Washington in “Malcom X” e il recente Benedict Cumberbatch per “The Imitation Game”. La vera storia è quella di un amore che, come dicono le teorie del fisico, “supera i confini dello spazio e del tempo”.
Vivendo l’aspetto meno conosciuto e, probabilmente, più incredibile della vita di Stephen Hawking vi sembrerà di rivivere le grandi storie d’amore: dal “Se mi lasci ti cancello” con Jim Carrey e Kate Winslet, arrivando ai Noah e Allie de “Le pagine della nostra vita”, anche se qui il nemico contro il loro amore è ben più grande della famiglia.
James Marsh, in passato famoso per film-documentari tra cui il premiato all’Oscar “Man on Wire – L’uomo tra le torri”, riesce a rendere gradevole il biopic permettendo anche a coloro che non masticano di scienza la comprensione dei dialoghi. La scelta delle musiche e della fotografia è splendida, ma la cosa più permeante è la recitazione. I protagonisti sono il probabile premio Oscar Eddie Redmayne e la deliziosa spalla, mai messa in ombra e presenza fondamentale nel film, Felicity Jones. Lo sguardo tra i due all’inizio del film vale il prezzo del biglietto: vi ricordate l’effetto “Nottingh Hill”? Beh le emozioni qui si avvicinano, con lo strano Stephen che si porta a casa il cuore della bella Jane.
Proprio quando la sua vita ha iniziato ad andare alla massima velocità, come nel gran premio decisivo, avviene quello che non ti aspetti. Stephen, infatti, scopre di avere una malattia al motoneurone, la cui diagnosi è spietata: due anni di vita. Il mondo gli crolla addosso, ma sarà il grande e infinito amore di Jane a regalargli una delle esistenze più straordinarie e una famiglia con tre bambini. Proprio la curiosità del suo amico Harry Lloyd sulla sua capacità motoria in camera da letto con Jane darà adito al momento più divertente del film. Personaggio particolare nella vita della famiglia Hawking è Jonathan (Charlie Cox), verso cui Jane fa una scelta paragonabile a quella della Meryl Streep de “I ponti di Madison County”.
In conclusione questo è un biopic che probabilmente resterà nella storia perché lo Stephen Hawking del cinema riuscirà a vincere il riconoscimento più alto, quel Nobel che nella realtà ancora non gli è stato riconosciuto. Un personaggio di notorietà universale non ha bisogno di premi da mettere sulla scrivania, parlano per lui le tante centinaia di persone che in questo film impareranno a conoscere cosa c’è dietro la carrozzella e il sintetizzatore vocale.

La frase:
"Io amo lui e lui ama me. Supereremo questa partita insieme".

a cura di Thomas Cardinali

Go Back - Stampa

Preferenza
 

 
Follow us to...

Film + cliccati
1.   A Christmas Carol
2.   Gli amori folli
3.   Genitori & Figli - Agitare bene prima dell'uso
4.   Oceani 3d
5.   A Single Man
6.   Up
7.   Nine
8.   The Last Song
9.   G-Force: Superspie in missione
10.   L'uomo nell'ombra

Ultime schede
  Il Richiamo della Foresta
  1917
  Odio l estate
  Pinocchio
  Tolo Tolo
  Frozen 2 - Il Segreto di Arendelle
  Il primo Natale
  Tutto il mio folle amore
  La Famiglia Addams
  Sono Solo Fantasmi

P.zza XXI Luglio - Robecco sul Naviglio (MI)