Homepage Homepage Homepage Homepage
Home       Film Programmazione      Archivi Film -. Eventi       Sezioni Posters
Sezione Film
° Home


 Programmazione
° Film in programma
° Prossimi Film
° Cineforum

Sezioni
° Elenco Trailers
° Elenco Posters
° Archivio Film

1 2 3
4 Sezione Eventi 6
7 8
9
10
° Eventi in Digitale
° CineMerenda
° Rassegne Teatrali

 Agorà TM 2019
 ° Spettacoli
 ° Abbonamenti

° Archivio Eventi
12
13

Sezione Informativa
° News
° Informazioni e foto
° Biglietti e orari
° Dove Siamo
° Contatti
° Mailing List

Info
Parlano di noi:
Proloco Robecco s/N
Sale della comunita

Informazioni:
Tutte le notizie, recensioni e immagini riguardanti i film
sono prese da:

Filmup.com

Scheda Film: Dallas Buyers Club

Dallas Buyers Club



Dallas Buyers Club

Titolo Originale: Dallas Buyers Club
Nazione: U.S.A.
Anno: 2013
Genere: Drammatico
Durata: 117'
Regia: Jean-Marc Vallée
Sito ufficiale: www.focusfeatures.com/dallas_buyers_club

Cast: Jared Leto, Matthew McConaughey, Jennifer Garner, Dallas Roberts, Denis O'Hare, Steve Zahn, Kevin Rankin, Jane McNeill, Griffin Dunne, Steffie Grote

Produzione: Voltage Pictures, Truth Entertainment
Distribuzione: Good Films
Data di uscita: 30 Gennaio 2014 (cinema)


Trailer: Trailer

(Opinioni presenti: 1 - Media Voto: 4 Stelle)



In un periodo incerto nella storia americana, un uomo con i suoi difetti lotta per la sopravvivenza. Ispirato a fatti realmente accaduti, Dallas Buyers Club racconta la storia sulla tenacia di Ron Woodroof. Figlio del Texas, Ron è un elettricista e un cowboy da rodeo. Nel 1985, vive un’esistenza secondo le proprie regole, indipendente. Ma come un fulmine a ciel sereno, scopre di essere sieropositivo con una prognosi che lo condanna a 30 giorni di vita. Ron rifiuta di accettare questa sentenza di morte e, di fatto, reagisce. Ricerche rapide sulla sua grave condizione lo portano a scoprire una serie di medicinali e terapie non ancora approvate dal ministero. Decide così di oltrepassare il confine. In Messico impara le procedure per alcuni trattamenti alternativi che comincia a esportare di contrabbando, andando contro la comunità scientifica e i medici specializzati, compresa la sua terapista, la dottoressa Eve Saks preoccupata del suo caso. Completamente al di fuori della cerchia omosessuale, Ron trova un improbabile alleato in un paziente malato di AIDS, Rayon, giovane transessuale che condivide con Ron un attaccamento spassionato alla vita. Ma anche uno spirito imprenditoriale: per evitare sanzioni governative dovute alla vendita non autorizzata di farmaci e articoli sanitari, fondano un buyers club (un uficio acquisti), per cui i sieropositivi pagano quote mensili adeguate per avere accesso alle forniture di nuova acquisizione. Nel cuore del Texas, l’iniziativa del collettivo clandestino ideata da Ron prende il via, presto aumentano i clienti e i sostenitori. Ron si batte per la dignità, l’informazione e l’accettazione. Negli anni successivi alla diagnosi, il vessato Cavaliere Solitario vive a pieno la vita come non mai.



Essenziale, divertente, tragico e doloroso…sono tanti gli aggettivi che possono essere usati per descrivere questa opera unica, che gioca con il lato emozionale dello spettatore sorprendendolo di volta in volta. E’ il nuovo film del regista canadese Jean-Marc Vallée, che dopo “C.R.A.Z.Y”, continua a parlare di argomenti socialmente importanti, denunciando il sistema. “Dallasy Buyers Club” è tratto dalla storia vera del texano Ron Woodroof, che negli anni ’80 è divenuto inconsapevolmente paladino dei diritti dei malati di AIDS contro il sistema delle aziende farmaceutiche che volevano imporre le loro direttive politiche e i loro interessi economici, in questo caso contro la Food and Drug Administration americana, a discapito della vera ricerca.
Caratterizzato da una circolarità narrativa, si sviluppa su diversi toni passando dalla commedia alla tragedia, sono infatti i contrasti alla base dell’opera che la strutturano e l’analizzano, mettendo così a nudo livelli e stati emotivi diversi e al tempo stesso mostrando la crescita del protagonista. Sono gli anni ’80 proprio mentre l’AIDS dilaga e le istituzioni brancolano nel buio ed etichettano la Sindrome da Immunodeficienza Acquisita come una malattia legata solo ad alcuni piccoli gruppi sociali, gli omosessuali, dando vita a vere e proprie discriminazioni. E’ in questo frangente che inizia il “calvario” di Ron Woodroof, interpretato dall’eccellente Matthew McConaughey, un rude, volgare, alcolizzato, ignorante e omofobico texano che scopre di essere affetto da HIV e di avere ancora solo 30 giorni di vita. Lui appartiene a quel 10% di persone, così spiegava una rivista dell’epoca, che contrae la malattia a causa di rapporti non protetti, ma l’ignoranza è diffusa e così la paura per cui quando si viene a sapere che è malato, le persone che gli erano amiche improvvisamente gli voltano le spalle, assumendo atteggiamenti sgradevoli. L’unica speranza per Woodroof è riuscire ad assumere un farmaco di nuova sperimentazione attraverso il mercato illegale, ma…quando le scorte finiscono è costretto a trovare un altro modo per sopravvivere.
Intanto il conto alla rovescia sul calendario è quasi alla fine e lo stato di salute non è certo dei migliori; nonostante questo, ricco di speranza, Woodroof sale in macchina per arrivare in Messico alla ricerca di un medico che abbia questo miracoloso farmaco. E’ in questo momento che la vita del protagonista cambia perché il medico, radiato dall’albo in America, applica un nuovo sistema, non ancora certificato, per curare la malattia. Il farmaco che fino ad allora Ron aveva assunto è in realtà estremamente tossico mentre questo, realizzato con elementi naturali, sembra funzionare tanto che, contro ogni pronostico, il vecchio Ron supera i trenta giorni. Un miracolo forse in cui il nostro vede una buona fonte di guadagno, speculando su altri disperati come lui, ma non è con cattiveria o boria che mette in moto la sua macchina per fare soldi, ma solo per avidità.
Travestito da prete varca il confine tra Messico e America portando con sé diverse dosi di medicinale. La vita sembra girare quando Ron trova un alleato in Rayon, interpretato da un irriconoscibile Jared Leto, e insieme fondano la “Dallas Buyers Club”, un’associazione i cui membri, grazie ad una quota associativa mensile, ricevono gratuitamente le nuove medicine che migliorano le loro condizioni di vita. Ecco la rivoluzione! Ovviamente questo sistema scatena la Major farmaceutica americana che supportata dal Governo inizia una lunga e tediosa battaglia legale contro Woodroof. E tutto questo rende Ron un uomo nuovo, un uomo migliore.
E’ un film carico di cinismo, lucidamente ironico, ricco di sentimenti, ma che non scade mai nel sentimentale, oscilla fra commedia e tragedia, sostenuto da un alternarsi di dialoghi brillanti e sequenze crude che mostrano i sintomi della malattia. E’ una lotta continua contro la disperazione per la propria condizione e per la perdita delle persone care, contro la malattia, ma soprattutto contro il sistema.

La frase:
Mi sta dicendo che valgo quanto un cavallo destinato a diventare cibo per cani?.
a cura di Federica Di Bartolo

Go Back - Stampa

Preferenza
 

 
Follow us to...

Film + cliccati
1.   A Christmas Carol
2.   Gli amori folli
3.   Genitori & Figli - Agitare bene prima dell'uso
4.   Oceani 3d
5.   A Single Man
6.   Up
7.   Nine
8.   The Last Song
9.   G-Force: Superspie in missione
10.   L'uomo nell'ombra

Ultime schede
  Il Richiamo della Foresta
  1917
  Odio l estate
  Pinocchio
  Tolo Tolo
  Frozen 2 - Il Segreto di Arendelle
  Il primo Natale
  Tutto il mio folle amore
  La Famiglia Addams
  Sono Solo Fantasmi

P.zza XXI Luglio - Robecco sul Naviglio (MI)