Homepage Homepage Homepage Homepage
Home       Film Programmazione      Archivi Film -. Eventi       Sezioni Posters
Sezione Film
° Home


 Programmazione
° Film in programma
° Prossimi Film
° Cineforum

Sezioni
° Elenco Trailers
° Elenco Posters
° Archivio Film

1 2 3
4 Sezione Eventi 6
7 8
9
10
° Eventi in Digitale
° CineMerenda
° Rassegne Teatrali

 Agorà TM 2019
 ° Spettacoli
 ° Abbonamenti

° Archivio Eventi
12
13

Sezione Informativa
° News
° Informazioni e foto
° Biglietti e orari
° Dove Siamo
° Contatti
° Mailing List

Info
Parlano di noi:
Proloco Robecco s/N
Sale della comunita

Informazioni:
Tutte le notizie, recensioni e immagini riguardanti i film
sono prese da:

Filmup.com

Scheda Film: Iron Man 3

Iron Man 3



Iron Man 3

Titolo Originale: Iron Man 3
Nazione: U.S.A.
Anno: 2013
Genere: Azione, Fantastico
Durata: 130
Regia: Shane Black
Sito ufficiale: http://marvel.com/ironman3
Sito italiano:
http://it.marvel.com/iron-man-3
Social network:
http://marvel.com/ironman3

Cast: Robert Downey Jr., Guy Pearce, Gwyneth Paltrow, Don Cheadle, Ben Kingsley

Produzione: DMG Entertainment, Marvel Studios
Distribuzione: UIP
Data di uscita: 24 Aprile 2013 (cinema)


Trailer: Trailer

(Opinioni presenti: 5 - Media Voto: 2 Stelle)



Nel film Iron Man 3 di Marvel, l'eccentrico e brillante imprenditore Tony Stark/Iron Man si misura contro un nemico senza limiti. Quando la sua vita personale viene distrutta, Stark intraprende una straziante missione alla ricerca del responsabile che metterà il suo coraggio costantemente alla prova. Con le spalle al muro, Stark deve sopravvivere con i dispositivi da lui creati, facendo affidamento sull'ingegnosità e l'istinto che lo caratterizzano per proteggere le persone che ama. Sulla via del ritorno, Stark trova la risposta alla domanda che lo ha sempre segretamente tormentato: è l'uomo che fa l'armatura o l'armatura che fa l'uomo?


Film correlati:

Iron Man
Iron Man 2



Parla di molte cose questo terzo capitolo della saga di Iron Man.
Tipicamente di matrice marvelliana è la natura molto umana dell’eroe: qui Robert Downey Jr. è un Tony Stark che fatica a riprendersi da quanto successo ne "The Avengers". Non dorme più, straparla, ha attacchi di panico particolarmente feroci, ed esorcizza il tutto costruendo nuove armature di Iron Man che ormai guida quasi telepaticamente. Malgrado ciò, capisce che ha ancora bisogno della signorina Pepper Potts (Gwyneth Paltrow è in stato di grazia). Anche quando questa, stanca dei suoi atteggiamenti da psicolabile, minaccia di andare via. Poi, improvvisamente, un’oscura minaccia si palesa negli Stati Uniti. Il Mandarino (rappresentato come una specie di Bin Laden redivivo...) manda ex militari americani a farsi esplodere in varie zone del Paese. Insomma, Iron Man deve tornare a volare per salvare tutti noi...

Se c’è una cosa che Stan Lee, nella figura di creatore di fumetti Marvel ha insegnato al grande pubblico di appassionati lettori, è che non bisogna prendere troppo sul serio l’universo dei comics. E questo "Iron Man 3" ce lo dimostra ancora una volta. Jon Favreau abbandona la regia della saga e la affida al misconosciuto Shane Black (suo il poliziesco "Kiss Kiss Bang Bang") che ha pure talento, ma viaggia a risparmio. Le idee ci sono, tante e anche buone. Il terrorismo, la paura del sé e del prossimo, l’incapacità dell’eroe di trovare un proprio equilibrio, gli errori del passato e sullo sfondo: una America segnata da guerre e massacri... Sembrano tematiche alla Nolan. Manca invece un po’ di convinzione. Tutti gli aspetti potenzialmente drammatici della trama sono trattati in modo superficiale, con soluzioni alle volte anche troppo facili (il bambino che per metà film aiuta Iron Man contro i cosiddetti "cattivi" è roba anni Ottanta!). Ciò che accade è che il film, pur divertendo non convince; si lascia vedere tra una smorfia e l’altra, ma deludendo in buona sostanza le aspettative.
Rimangono opinabili alcune scelte fatte in sede di sceneggiatura.

(Attenzione: SPOILER!)
Va bene la riscrittura e l’adattamento se queste sono al servizio dello spettacolo, ma vedere il personaggio del Mandarino - nemico storico dell’uomo di ferro – trasfigurato dal film in una caratterizzazione che nulla ha a che fare con quella fumettistica, è francamente sconfortante. Anche se a interpretare la maschera c’è il premio Oscar Sir Ben Kingsley. Oppure la signorina Pepper Potts che per salvarsi indossa l’armatura di Iron Man e si mette a combattere sembra un’idea venuta a chi non ha più nulla da scrivere sul personaggio principale. E ancora, il personaggio di Iron Patriot è trattato poco e male, oltre a provenire da una saga fumettistica che nulla ha a che fare con la trama del film. E sul finale, il mancato salvataggio di Tony Stark lascia alquanto perplessi... Persino la scena dopo i titoli di coda è deludente, dove vediamo Tony Stark a una seduta psicanalitica da Bruce Banner, alias Hulk. Una specie di macchietta comica.

Rimane da dire sulla scena più bella del film. Quella in cui Iron Man in caduta libera salva un gruppo di tredici persone precipitate da un aeroplano. Vengono in mente libertà e follia: gli elementi che caratterizzano i fumetti, e i film, della Marvel Comics.

La frase:
"Siamo noi a creare i nostri nemici".

a cura di Diego Altobelli

Go Back - Stampa

Preferenza
 

 
Follow us to...

Film + cliccati
1.   A Christmas Carol
2.   Gli amori folli
3.   Genitori & Figli - Agitare bene prima dell'uso
4.   Oceani 3d
5.   A Single Man
6.   Up
7.   Nine
8.   The Last Song
9.   G-Force: Superspie in missione
10.   L'uomo nell'ombra

Ultime schede
  Il Richiamo della Foresta
  1917
  Odio l estate
  Pinocchio
  Tolo Tolo
  Frozen 2 - Il Segreto di Arendelle
  Il primo Natale
  Tutto il mio folle amore
  La Famiglia Addams
  Sono Solo Fantasmi

P.zza XXI Luglio - Robecco sul Naviglio (MI)