Homepage Homepage Homepage Homepage
Home       Film Programmazione      Archivi Film -. Eventi       Sezioni Posters
Sezione Film
° Home


 Programmazione
° Film in programma
° Prossimi Film
° Cineforum

Sezioni
° Elenco Trailers
° Elenco Posters
° Archivio Film

1 2 3
4 Sezione Eventi 6
7 8
9
10
° Eventi in Digitale
° CineMerenda
° Rassegne Teatrali

 Agorà TM 2019
 ° Spettacoli
 ° Abbonamenti

° Archivio Eventi
12
13

Sezione Informativa
° News
° Informazioni e foto
° Biglietti e orari
° Dove Siamo
° Contatti
° Mailing List

Info
Parlano di noi:
Proloco Robecco s/N
Sale della comunita

Informazioni:
Tutte le notizie, recensioni e immagini riguardanti i film
sono prese da:

Filmup.com

Scheda Film: The Words

The Words



The Words

Titolo Originale: The Words
Nazione: U.S.A.
Anno: 2012
Genere: Drammatico, Thriller
Durata: 97'
Regia: Brian Klugman, Lee Sternthal
Sito ufficiale: www.thewordsmovie.com

Cast: Bradley Cooper, Olivia Wilde, Zoe Saldana, Jeremy Irons, Dennis Quaid, J.K. Simmons, Ben Barnes, John Hannah, Nora Arnezeder

Produzione: Animus Films, Serena Films, Waterfall Media
Distribuzione: Eagle Pictures
Data di uscita: 21 Settembre 2012 (cinema)


Trailer: Trailer

(Opinioni presenti: 0 - Media Voto: 0 Stelle)



Bradley Cooper è Rory Jansen, un giovane scrittore di New York che, quando si vede rifiutato il suo manoscritto da un agente letterario, si rende conto che non diventerà mai un autore di successo. Le sue aspettative professionali ed economiche sono destinate a crollare miseramente, nonostante il sostegno psicologico della moglie (Zoe Saldana); anche la presenza degli amici benestanti gli diventa insopportabile, come se tutto gli rinfacciasse il suo fallimento. Ma il terrore per il futuro si arresta bruscamente quando l’uomo scopre in un robivecchi di Parigi un misterioso manoscritto ingiallito. È un’appassionante storia d’amore ambientata dopo la II guerra mondiale, ed è il romanzo che Rory aveva sempre sognato di scrivere. Notte dopo notte, Rory ricopia il racconto nel suo computer, ipnotizzato da quel che legge, come se avesse ritrovato uno spartito perduto di Mozart, e alla fine lo presenta all’editore come suo. Puntuali arrivano il successo, il benessere economico e quella celebrità letteraria che aveva sempre sognato. Ma ben presto le conseguenze del suo successo immeritato verranno a esigere il conto.




The Words

Brian Klugman decide di dirigere con qualche guizzo una storia come dire trita e ritrita. Probabilmente uno dei soggetti più (ab)usati di Hollywood.
All’ennesimo rifiuto di un editore, un aspirante scrittore capisce che la strada della scrittura non fa per lui. Malgrado il sostegno di moglie e amici c’è poco da fare, la storia che tira fuori con la sua penna non va. In crisi, decide di volare a Parigi e ricominciare da zero. Lì però, proprio su una bancarella, scopre un manoscritto. Lo legge e... ehi, è proprio la storia che volevo scrivere io!. Di buona lena si mette a copiare parola per parola lasciandosi rapire da quel racconto di amore e guerra. Poco dopo lo presenta all’editore e puntuale come un esattore arriva il successo. Poi, ovvio, prima o poi il conto si dovrà pagare...
Un film che si salva per il cast decisamente in parte. Bravi un po’ tutti. Da Bradley Cooper, attore versatile che ricopre un ruolo simile in un certo senso a quello visto in Limitless; a Jeremy Irons: magnetico, inquietante, abbastanza cattivo da ossessionare il nostro. Bravo anche Ben Barnes e le bellissime Zoe Saldana e Olivia Wilde. Certo però che la trama è simile a tante altre. Se la memoria non inganna, accadeva qualcosa di simile ne Incontrerai l’uomo dei tuoi sogni di Woody Allen, ad esempio, come pure in vari thriller come l’antichissimo La strada scarlatta di Fritz Lang. Qui la regia di Klugman vuole convincerci della propria bontà, alternando con una certa logica la finzione del manoscritto alla vita vera del protagonista che lo legge. Una specie di suggestione di scatole cinesi che si anima poi nelle fattezze di Jeremy Irons. In questo andare e venire da un tempo a un altro si perde forse un po’ la tensione, il climax che dovrebbe appartenere al thriller e si ha l’idea che il regista improvvisi un po’. Un film che con un cast così poteva essere ricordato, e che invece si dimenticherà facilmente, salvo ricomparire tra qualche anno in seconda serata su qualche canale satellitare. Dagli sceneggiatori di Tron – Legacy.

La frase:
In quelle parole c’erano gioia e dolore. Tu ti sei preso entrambe!.
a cura di Diego Altobelli

Go Back - Stampa

Preferenza
 

 
Follow us to...

Film + cliccati
1.   A Christmas Carol
2.   A Single Man
3.   Gli amori folli
4.   Oceani 3d
5.   Genitori & Figli - Agitare bene prima dell'uso
6.   Up
7.   Nine
8.   G-Force: Superspie in missione
9.   The Last Song
10.   L'uomo nell'ombra

Ultime schede
  Dumbo
  Captain Marvel
  Non sposate le mie figlie 2
  Rex - Un Cucciolo a Palazzo
  Domani è un altro giorno
  Free solo
  10 giorni senza mamma
  Green book
  Dragon Trainer - Il Mondo Nascosto
  Mia e il Leone Bianco

P.zza XXI Luglio - Robecco sul Naviglio (MI)