Homepage Homepage Homepage Homepage
Home       Film Programmazione      Archivi Film -. Eventi       Sezioni Posters
Sezione Film
° Home


 Programmazione
° Film in programma
° Prossimi Film
° Cineforum

Sezioni
° Elenco Trailers
° Elenco Posters
° Archivio Film

1 2 3
4 Sezione Eventi 6
7 8
9
10
° Eventi in Digitale
° CineMerenda
° Rassegne Teatrali

 Agorà TM 2019
 ° Spettacoli
 ° Abbonamenti

° Archivio Eventi
12
13

Sezione Informativa
° News
° Informazioni e foto
° Biglietti e orari
° Dove Siamo
° Contatti
° Mailing List

Info
Parlano di noi:
Proloco Robecco s/N
Sale della comunita

Informazioni:
Tutte le notizie, recensioni e immagini riguardanti i film
sono prese da:

Filmup.com

Scheda Film: Amore 14

Amore 14



Amore 14

Titolo Originale: Amore 14
Nazione: Italia
Anno: 2009
Genere: Commedia
Durata: 95'
Regia: Federico Moccia
Sito ufficiale: www.amore14.it.msn.com

Cast:: Raniero Monaco di Lapio, Giuseppe Maggio, Veronica Olivier, Flavia Roberto, Beatrice Flammini, Riccardo Garrone, Pamela Villoresi, Emiliana Franzone, Pietro De Silva

Produzione: Lotus Productio
Distribuzione: Medusa
Data di uscita: 30 Ottobre 2009 (cinema)


Trailer: Trailer

(Opinioni presenti: 1 - Media Voto: 2 Stelle)



14 anni, gli anni della spensieratezza; Carolina, protagonista del film, cerca di viverli fino in fondo ricercando le esperienze di cui tanto sente parlare dalla nonna, al cospetto di una sorella ormai disillusa ed un fratello un po' allo sbando. Amori, delusioni e sogni...




Amore 14
Nuova trasposizione cinematografica di un libro di Federico Moccia: stavolta ci troviamo di fronte ad Amore 14. Il titolo spiega senza possibilità di errore che sia il libro che il film raccontano la vita sentimentale di una quattordicenne, Carolina (Caro per gli amici), che speierata e ottimista si barcamena tra la scuola, la famiglia e le ieparabili amiche.
Moccia è chiaro sin da subito: Caro è la protagonista e tutto è raccontato dal suo punto di vista, o meglio lo racconta lei stessa, sguardo in macchina e sospeione del tempo, si appresta paziente a spiegare al pubblico cosa le passa per la testa e quali sono i suoi sogni più grandi. Quindi lo spettatore osserva sei mesi della sua vita in cui dà il primo bacio, cerca il grande amore e intanto si informa goffamente sui primi rudimenti del sesso (anatomia maschile e il fantomatico mistero del punto G).
Amore 14 è un film colorato e dal ritmo veloce, con una regia tipica del videoclip: ierti, momenti di montaggio frenetico, primissimi piani, giochi con la messa a fuoco, viraggi vari di alcune inquadrature. Il ritmo frenetico della vita di questi ragazzi è scandito dall’uso dei telefonini e di internet: passano veloci da un’emozione all’altra, da una passione all’altra senza colpo ferire, proprio come i dati scaricati da un pc. Un dispiacere dura poco, un litigio ancor meno, importano solo le feste, i vestiti e quando sarà la prima volta. Gli stereotipi la fanno da padroni, nei dialoghi come nella caratterizzazione dei peonaggi. Quante quattordicenni si ritroveranno nella bella Caro alta, magrissima, bionda e senza un accenno di acne? Quanti ragazzi hanno passioni ben più durature e peieri leggermente più profondi? Impossibile credere che i giovani di oggi si riducano solo a questo, impossibile peare che i genitori siano così ciechi e assenti davanti alle loro birichinate. In questo film, eccettuato il rapporto tra Caro e il fratello maggiore (comunque appena ventenne), lo scambio generazionale è quasi nullo, il mondo degli adulti è lontano, un’ombra che incombe, l’ostacolo da aggirare. Amore 14 si trova a metà strada tra Il tempo delle mele, che a confronto sembra un film impegnato, e Sposerò Simon Le Bon, emulandone il modo di presentare i ragazzi attraveo la musica, lo slang, i vestiti e le vicende sentimentali. L’ultima fatica di Moccia risulta leggera e scanzonata, solo un finale realistico salva in corner una sceneggiatura che, ci si augura, sfiori soltanto in parte il mondo dei giovani di oggi. Un plauso va comunque alla fotografia (curata da Marcello Montai) che rende merito alla bellezza del cast, caratterizzato per lo più da giovani alle prime esperienze attoriali, cosa che incide sulla recitazione un po’ cantilenante e scolastica.
Un film adatto senz’altro a chi ama i libri di Moccia, un’educazione sentimentale moderna che fa riflettere più su quello che non dice, che su quanto mostrato.

La frase: Mi chiedo se sarò ancora felice. Io credo di sì, d’altronde ho solo quattordici anni....
Ilaria Ferri

Go Back - Stampa

Preferenza
 

 
Follow us to...

Film + cliccati
1.   A Christmas Carol
2.   Gli amori folli
3.   Genitori & Figli - Agitare bene prima dell'uso
4.   A Single Man
5.   Oceani 3d
6.   Up
7.   Nine
8.   G-Force: Superspie in missione
9.   The Last Song
10.   L'uomo nell'ombra

Ultime schede
  Il Richiamo della Foresta
  1917
  Odio l estate
  Pinocchio
  Tolo Tolo
  Frozen 2 - Il Segreto di Arendelle
  Il primo Natale
  Tutto il mio folle amore
  La Famiglia Addams
  Sono Solo Fantasmi

P.zza XXI Luglio - Robecco sul Naviglio (MI)