Homepage Homepage Homepage Homepage
Home       Film Programmazione      Archivi Film -. Eventi       Sezioni Posters
Sezione Film
° Home


 Programmazione
° Film in programma
° Prossimi Film
° Cineforum

Sezioni
° Elenco Trailers
° Elenco Posters
° Archivio Film

1 2 3
4 Sezione Eventi 6
7 8
9
10
° Eventi in Digitale
° CineMerenda
° Rassegne Teatrali

 Agorà TM 2019
 ° Spettacoli
 ° Abbonamenti

° Archivio Eventi
12
13

Sezione Informativa
° News
° Informazioni e foto
° Biglietti e orari
° Dove Siamo
° Contatti
° Mailing List

Info
Parlano di noi:
Proloco Robecco s/N
Sale della comunita

Informazioni:
Tutte le notizie, recensioni e immagini riguardanti i film
sono prese da:

Filmup.com

Scheda Film: Babycall

Babycall



Babycall

Titolo Originale: Babycall
Nazione: Norvegia, Germania, Svezia
Anno: 2011
Genere: Thriller
Durata: 95'
Regia: Pål Sletaune
Sito ufficiale: www.babycall-film.no
Sito italiano:
www.nomadfilm.it/cinema/babycall/...

Cast: Noomi Rapace, Kristoffer Joner, Vetle Qvenild Werring

Produzione: 4 1/2 Film, BOB Film Sweden AB
Distribuzione: Nomad Film
Data di uscita: 31 Agosto 2012 (cinema)


Trailer: Trailer

(Opinioni presenti: 0 - Media Voto: 0 Stelle)



Una pellicola ad altissima tensione con la brava Noomi Rapace nel ruolo di Anna, una donna sola ed ansiosa in fuga, con il suo bambino, da un marito violento perché colpevole di aver picchiato e tentato di uccidere il loro figlio Anders. Rifugiatasi in un luogo segreto, Anna sembra fuggire da qualcosa di molto più pericoloso e sinistro della follia di un compagno. Attraverso un babycall controlla il suo piccolo ma dall’apparecchio provengono strani quanto inquietanti gemiti. Cosa c’è nell’altra stanza? E perché c’è del sangue sul disegno di Anders? Madre e figlio sono ancora in pericolo? Mentre una misteriosa presenza appare e scompare nell’appartamento della donna, Anna è sempre più attanagliata dall’ansia e dalla paura. Forse, ciò da cui sta scappando è una minaccia ancora più grande di ciò che lei stessa teme.




Babycall

La svedese classe 1979 Noomi Rapace abbiamo avuto modo di conoscerla – almeno dalle nostre parti – grazie alla trilogia Millennium, iniziata da Niels Arden Oplev con Uomini che odiano le donne e proseguita da Daniel Alfredson con La ragazza che giocava con il fuoco e La regina dei castelli di carta, tutti del 2009.
Sotto la regia del norvegese Pål Sletaune, la troviamo nei panni di Anna, la quale, in fuga dal marito violento per proteggere il figlio di otto anni, si trasferisce con lui in un gigantesco edificio a un indirizzo segreto, dove, terrorizzata dall’idea che l’uomo possa trovarli, compra un babycall al fine di essere certa che il ragazzino sia al sicuro mentre dorme.
Quindi, giusto il tempo di fare conoscenza con i diversi personaggi, tra cui un individuo destinato a entrare nella vita della donna, che all’interno dello strumento cominciano a echeggiare grida improvvise e strani rumori che sembrano appartenere a un omicidio infantile; mentre anche un misterioso bambino comincia a fare la sua apparizione.
E, sicuramente, più di ogni altro elemento, è il magistrale sonoro a disturbare in maniera efficace l’animo dello spettatore, rapito dalla lenta ma altamente coinvolgente narrazione di uno spettacolo di celluloide che, classificabile non tanto nella categoria degli horror quanto in quella dei thriller psicologici, viene giocato di continuo tra realtà e immaginazione.
Uno spettacolo su celluloide che da un lato fa scattare nello spettatore la molla della curiosità nei confronti di cosa dovrà accadere ai protagonisti, dall’altro non sembra celare più di tanto le fattezze di storia per il grande schermo volta ad affrontare il delicato e vulnerabile rapporto tra genitori e figli, man mano che manifesta quanto l’amore possa essere la più pericolosa delle emozioni.
Con l’inquietudine quasi mai assente, fino a una rivelazione finale che, probabilmente non troppo originale e in parte tendente a confondere, non penalizza affatto circa 95 minuti di visione raccontati a dovere. Tanto da non scadere mai nella pericolosa morsa della noia.

La frase:
Non devi avere paura. Te lo prometto.
a cura di Francesco Lomuscio

Go Back - Stampa

Preferenza
 

 
Follow us to...

Film + cliccati
1.   A Christmas Carol
2.   Gli amori folli
3.   Genitori & Figli - Agitare bene prima dell'uso
4.   Oceani 3d
5.   A Single Man
6.   Up
7.   Nine
8.   The Last Song
9.   G-Force: Superspie in missione
10.   L'uomo nell'ombra

Ultime schede
  Il Richiamo della Foresta
  1917
  Odio l estate
  Pinocchio
  Tolo Tolo
  Frozen 2 - Il Segreto di Arendelle
  Il primo Natale
  Tutto il mio folle amore
  La Famiglia Addams
  Sono Solo Fantasmi

P.zza XXI Luglio - Robecco sul Naviglio (MI)