Homepage Homepage Homepage Homepage
Home       Film Programmazione      Archivi Film -. Eventi       Sezioni Posters
Sezione Film
° Home


 Programmazione
° Film in programma
° Prossimi Film
° Cineforum

Sezioni
° Elenco Trailers
° Elenco Posters
° Archivio Film

1 2 3
4 Sezione Eventi 6
7 8
9
10
° Eventi in Digitale
° CineMerenda
° Rassegne Teatrali

 Agorà TM 2019
 ° Spettacoli
 ° Abbonamenti

° Archivio Eventi
12
13

Sezione Informativa
° News
° Informazioni e foto
° Biglietti e orari
° Dove Siamo
° Contatti
° Mailing List

Info
Parlano di noi:
Proloco Robecco s/N
Sale della comunita

Informazioni:
Tutte le notizie, recensioni e immagini riguardanti i film
sono prese da:

Filmup.com

Scheda Film: I più grandi di tutti

I più grandi di tutti



I più grandi di tutti

Titolo Originale: I più grandi di tutti
Nazione: Italia
Anno: 2011
Genere: Commedia
Durata: 100'
Regia: Carlo Virzì
Sito ufficiale:

Cast: Claudia Pandolfi, Alessandro Roja, Marco Cocci, Corrado Fortuna, Dario Cappanera, Niccolò Belloni, Francesco Di Gesù, Claudia Potenza, Catherine Spaak

Produzione: Indiana Production Company, Motorino Amaranto
Distribuzione: Eagle Pictures
Data di uscita: 04 Aprile 2012 (cinema)


Trailer: Trailer

(Opinioni presenti: 0 - Media Voto: 0 Stelle)



Sono passati quindici anni da quando a Rosignano Solvay, piccolo centro del litorale tirrenico, impazzavano i Pluto, vitaminica rock band conosciuta nel circuito alternativo e con un paio di album all’attivo. Poi la storia e` finita, hanno litigato e il cantante Mao, la bassista Sabrina, il batterista Loris e il chitarrista Rino si sono persi di vista. Un giorno Loris riceve una mail da Ludovico, un giornalista, fan scatenato del gruppo: bisogna fare un documentario sulla band. Nessuno ha voglia di confrontarsi con la memoria, ma Ludovico non molla e i rocker di un tempo ritornano e questa volta...




I più grandi di tutti

Sullo sfondo di una provincia del litorale toscano, negli anni ’90, una rock band tenta la strada del successo che però si dimostra breve e poco soddisfacente. Il progetto è stato un fallimento e gli ex membri dei Pluto ora conducono vite normali: il cantante Maurilio (Marco Cocci) lavora in un pub e divide con altri l’affitto di un appartamento, il chitarrista Rino (Dario Kappa Cappanera) vive con suo padre e ha un posto fisso in fabbrica, la bassista Sabrina (Claudia Pandolfi) vive in una bella casa con il suo nuovo compagno di buona famiglia e il batterista Loris (Alessandro Roja) ha sposato la sua compagna storica Simona (Claudia Potenza). Un giorno Loris riceve una mail da un critico musicale, che si definisce il massimo esperto dei Pluto, che li contatta per realizzare un documentario sulla loro storia.
Si può dire senza dubbio che sia un film tutto di Carlo Virzì che lo dirige, firma la sceneggiatura e compone le musiche (colonna sonora e canzoni dei Pluto). Un impegno a tutto tondo che vorrebbe condurre verso un prodotto alternativo, che racconta una vicenda sporca fatta da gente fuori dagli schemi. Tutto questo però non accade. Più che il simbolo del rock italiano, i Pluto sembrano la brutta copia di una qualsiasi rock band inglese o statunitense. Il regista conosce bene questo tipo di ambiente musicale toscano ma sembra non riuscire a rendergli giustizia. La scelta degli attori si rivela poco efficace, si ha la sensazione che siano fuori luogo, Claudia Pandolfi più di tutti. L’unica scelta azzeccata sembra essere Cappanera, chitarrista nella vita e celebre personaggio della scena toscana heavy; molto carina l’interpretazione del rapper Frankie Hi Nrg, assistente tutto fare di Ludovico il fan (e conoscitore) numero uno dei Pluto paralizzato dalla vita in giù, la cui vicenda fortemente drammatica per altro si lega poco alle altre vicende del film.
Non c’è dubbio che Virzì abbia voluto raccontare un mondo underground, sporco e alternativo, ma lo fa in modo preciso e posato.
I più grandi di tutti è in sostanza una commediola su un gruppo rock; la forma non si addice al contenuto e anzi, ne demolisce totalmente il fascino. Il risultato è dunque poco originale e nemmeno divertente: una commedia dovrebbe far sorridere ma la sceneggiatura si rivela un po’ debole e piena di stereotipi, soprattutto nel dialetto.
Sono chiari i riferimenti a band famose per le loro apparizioni filmiche come Blues Brothers e Tenacious D. ma il paragone appare inadeguato; senza nulla togliere al gruppo di Virzì, si tratta di band indubbiamente più carismatiche e di film di gran lunga più divertenti.

La frase:
E adesso li vedi? Non sanno che fare della loro vita.
a cura di Fabiola Fortuna

Go Back - Stampa

Preferenza
 

 
Follow us to...

Film + cliccati
1.   A Christmas Carol
2.   Gli amori folli
3.   Genitori & Figli - Agitare bene prima dell'uso
4.   Oceani 3d
5.   A Single Man
6.   Up
7.   Nine
8.   The Last Song
9.   G-Force: Superspie in missione
10.   L'uomo nell'ombra

Ultime schede
  Il Richiamo della Foresta
  1917
  Odio l estate
  Pinocchio
  Tolo Tolo
  Frozen 2 - Il Segreto di Arendelle
  Il primo Natale
  Tutto il mio folle amore
  La Famiglia Addams
  Sono Solo Fantasmi

P.zza XXI Luglio - Robecco sul Naviglio (MI)