Homepage Homepage Homepage Homepage
Home       Film Programmazione      Archivi Film -. Eventi       Sezioni Posters
Sezione Film
° Home


 Programmazione
° Film in programma
° Prossimi Film
° Cineforum

Sezioni
° Elenco Trailers
° Elenco Posters
° Archivio Film

1 2 3
4 Sezione Eventi 6
7 8
9
10
° Eventi in Digitale
° CineMerenda
° Rassegne Teatrali

 Agorà TM 2019
 ° Spettacoli
 ° Abbonamenti

° Archivio Eventi
12
13

Sezione Informativa
° News
° Informazioni e foto
° Biglietti e orari
° Dove Siamo
° Contatti
° Mailing List

Info
Parlano di noi:
Proloco Robecco s/N
Sale della comunita

Informazioni:
Tutte le notizie, recensioni e immagini riguardanti i film
sono prese da:

Filmup.com

Scheda Film: I colori della passione

I colori della passione



I colori della passione

Titolo Originale: The Mill and the Cross
Nazione: Svezia, Polonia
Anno: 2011
Genere: Drammatico
Durata: 97'
Regia: Lech Majewski
Sito ufficiale: www.themillandthecross.com/

Cast: Rutger Hauer, Charlotte Rampling, Michael York, Joanna Litwin, Dorota Lis, Marian Makula, Oskar Huliczka

Produzione: Angelus Silesius, Polish Film Institute, 24 Media
Distribuzione: CG
Data di uscita: 30 Marzo 2012 (cinema)


Trailer: Trailer

(Opinioni presenti: 0 - Media Voto: 0 Stelle)



Uno degli artisti e cineasti più avventurosi e ispirati di oggi, Lech Majewski, invita lo spettatore a vivere dentro all'epico capolavoro del maestro fiammingo Pieter Bruegel, La salita al Calvario (1564): la tela riproduce la Passione di Cristo ambientando la scena nelle Fiandre del XVI secolo, sconvolte dalla brutale occupazione spagnola. Il protagonista della narrazione è il pittore stesso (interpretato da Rutger Hauer) intento a catturare frammenti di vita di una dozzina di personaggi: la famiglia del mugnaio, due giovani amanti, un viandante, un'eretica, la gente del villaggio e i minacciosi cavalieri dell'Inquisizione spagnola. Le storie disperate di questi uomini e di queste donne, costretti ad affrontare la sanguinosa repressione in corso, si sviluppano e si intrecciano sullo sfondo di un paesaggio suggestivo e surreale popolato da oltre cinquecento figure. Tra di loro, oltre al pittore, ci sono l'amico e collezionista d'arte, Nicholas Jonghelinck (Michael York), e la Vergine Maria (Charlotte Rampling).
Partendo dai dettagli e dai simboli contenuti nei disegni preparatori di Bruegel I colori della passione - The Mill and The Cross invita lo spettatore a ricostruire il significato più profondo di una grande storia di coraggio, di ribellione e di sacrificio. Il film offre quindi una stimolante meditazione sull'arte e sulla religione, intesi qui come processi continui e stratificati di narrazione e di reinterpretazione collettiva dei significati. Grazie all'uso spettacolare di effetti speciali innovativi Lech Majewski ha tradotto l'opera di Bruegel in una grande allegoria visiva sulla libertà religiosa e sui diritti umani.





I colori della passione

I colori della passione è un film che parla di arte, di storia, di filosofia e di pittura, non in modo tradizionale, per esempio attraverso la biografia di un autore, ma trasportando lo spettatore all’interno di un quadro: La salita al Calvario (1564, Vienna, Kunsthistorisches Museum ) di Pieter Bruegel.
L’effetto di questa scelta rende l’inizio della pellicola particolarmente straniante, come se guardassimo un quadro puntinista troppo da vicino, si vedono tanti puntini colorati senza capirne l’insieme. Qui veniamo trasportati nelle Fiandre della seconda metà del Cinquecento: una coppia di giovani sposi si alza dal letto, dei boscaioli abbattono un albero nel bosco, il pittore prende una cartella piena di fogli e si aggira per la campagna, i suoi bambini si svegliano e cominciano a giocare, il mugnaio e la sua famiglia inizano a far girare il mulino.
Tutto viene ripreso senza dialoghi, passando da un personaggio all’altro senza un nesso logico, ciò che li accomuna è il paesaggio; le finestre, le porte, tutte le aperture rimandono non una veduta reale, ma quello, meraviglioso, dipinto da Bruegel.
Incredibilmente affascinante è la visione del mulino, un’immensa caverna in cui rimbombano solo i suoni dei passi dei suoi occupanti, centro simbolico e dominante dell’intero quadro.
I pochi dialoghi presenti sono tra il pittore, interpretato da Rutger Hauer e il suo committente, il ricco banchiere Nicholas Jonghelinck (Michael York), hanno quasi solo un valore didascalico. Spiegano la situazione storica che vivono in quel momento le Fiandre: la sanguinosa e brutale occupazione spagnola, la terribile guerra di religione che divide cattolici e protestanti.
Illustrano la pittura e l’arte di Bruegel, la sua attenzione alla realtà, anche quella più umile, il gusto del racconto e dell’aneddoto, la ricerca filosofica che accompagna le sue opere.
Per la sua complessità tecnica I colori della Passione ha richiesto ben tre anni di realizzazione, un paziente impegno tecnico e immaginativo attraverso il ricorso alle più innovative tecnologie di computer grafica e 3D, il risultato è visivamente affascinate, non comunque alla portata di tutti.

La frase:
Tutti questi eventi passarono inosservati tra la folla.
a cura di Elisa Giulidori

Go Back - Stampa

Preferenza
 

 
Follow us to...

Film + cliccati
1.   A Christmas Carol
2.   A Single Man
3.   Oceani 3d
4.   Genitori & Figli - Agitare bene prima dell'uso
5.   Gli amori folli
6.   Up
7.   Nine
8.   G-Force: Superspie in missione
9.   The Last Song
10.   L'uomo nell'ombra

Ultime schede
  Aladdin
  Cyrano mon amour
  Avengers: Endgame
  Ma cosa ci dice il cervello
  Bentornato Presidente!
  Dumbo
  Captain Marvel
  Non sposate le mie figlie 2
  Rex - Un Cucciolo a Palazzo
  Domani è un altro giorno

P.zza XXI Luglio - Robecco sul Naviglio (MI)