Homepage Homepage Homepage Homepage
Home       Film Programmazione      Archivi Film -. Eventi       Sezioni Posters
Sezione Film
° Home


 Programmazione
° Film in programma
° Prossimi Film
° Cineforum

Sezioni
° Elenco Trailers
° Elenco Posters
° Archivio Film

1 2 3
4 Sezione Eventi 6
7 8
9
10
° Eventi in Digitale
° CineMerenda
° Rassegne Teatrali

 Agorà TM 2019
 ° Spettacoli
 ° Abbonamenti

° Archivio Eventi
12
13

Sezione Informativa
° News
° Informazioni e foto
° Biglietti e orari
° Dove Siamo
° Contatti
° Mailing List

Info
Parlano di noi:
Proloco Robecco s/N
Sale della comunita

Informazioni:
Tutte le notizie, recensioni e immagini riguardanti i film
sono prese da:

Filmup.com

Scheda Film: L'alba del pianeta delle scimmie

L'alba del pianeta delle scimmie



L'alba del pianeta delle scimmie

Titolo Originale: Rise of the Planet of the Apes
Nazione: U.S.A.
Anno: 2011
Genere: Azione, Drammatico, Thriller
Durata: 105'
Regia: Rupert Wyatt
Sito ufficiale: www.apeswillrise.com
Sito italiano:
www.lalbadelpianetadellescimmie.it

Cast: James Franco, Tom Felton, Freida Pinto, Andy Serkis, Brian Cox, John Lithgow, Tyler Labine, David Hewlett, David Oyelowo

Produzione: Chernin Entertainment, Twentieth Century Fox Film Corporation
Distribuzione: 20th Century Fox
Data di uscita: 23 Settembre 2011 (cinema)


Trailer: Trailer

(Opinioni presenti: 1 - Media Voto: 4 Stelle)



Will Rodman (James Franco) è uno scienziato che lavora in una grande società farmaceutica, la Gen-Sys, dove svolge ricerche sulla genetica per sviluppare un virus benigno in grado di ricostituire il tessuto cerebrale danneggiato. L'uomo vuole individuare una cura per l'Alzheimer, malattia da cui è affetto il padre Charles (John Lithgow). Poco prima che la Gen-Sys dia inizio alla sperimentazione umana di un nuovo farmaco promettente e potenzialmente molto redditizio, l'ALZ-112, le scimmie sulle quali Will sta effettuando i test mostrano all'improvviso un comportamento insolitamente aggressivo. Viene così decretato l'esito negativo della ricerca e Will deve interrompere il programma.
Nella confusione che segue l'improvvisa interruzione dello studio, Will si trova a dover accudire un neonato di scimpanzé, un maschio, figlio orfano del primate più promettente della sperimentazione. Il giovane scimpanzé, destinato alla grandezza, si chiama Caesar.
Will alleva in segreto il giovane Caesar, come se fosse suo, a casa, mentre si occupa del padre malato. Essendo stato esposto all'ALZ-112 quando si trovava nell'utero materno, il giovane Caesar dimostra un'intelligenza e alcuni comportamenti insoliti per una scimmia di qualunque età. Ispirato dall'osservazione delle doti inaspettate di Caesar, Will si procura in modo clandestino alcuni campioni di ALZ-112 dalla Gen-Sys e, a dispetto del buon senso, porta avanti a casa la sua ricerca, usando il padre e Caesar come soggetti di sperimentazione. Nel tempo, con l'aiuto del farmaco, lo scimpanzé dà prova di un'intelligenza e di doti cognitive incredibili. Nel frattempo, i sintomi dell'Alzheimer che ha colpito Charles segnano una miracolosa remissione. I risultati dei test che Will ha condotto in segreto, trasgredendo al protocollo della sperimentazione in laboratorio, sembrano andare al di là delle sue speranze. Ma, come il giovane scienziato capisce rapidamente, i traguardi raggiunti sono destinati a far precipitare lui e l'intera razza umana verso il disastro…





L’inizio di tutto lo si deve al romanzo Il pianeta delle scimmie del francese Pierre Boulle, da cui Franklin J. Schaffner trasse nel 1968 l’omonimo classico della fantascienza su celluloide che, interpretato dal grande Charlton Heston, finì per trasformarsi nel primo tassello di una quintologia durata fino al 1973, oltre a generare due serie televisive – la seconda delle quali animata – appartenenti al biennio 1974-1975.
Non c’è quindi da stupirsi se, in un secolo cinematografico dominato da rifacimenti e reboot come il XXI, non solo Tim Burton ha avuto modo di curare nel 2001 la nuova versione Planet of the apes - Il pianeta delle scimmie, ma l’inglese Rupert Wyatt – autore del thriller Prison escape – ci fornisce i dettagli della genesi scimmiesca partendo dalla figura dello scienziato Will Rodman interpretato da James Franco, il quale, lavorante in una grande società farmaceutica e interessato a sviluppare un virus benigno in grado di ricostruire il tessuto cerebrale danneggiato, intende individuare una cura per il morbo di Alzheimer, da cui è affetto il padre con le fattezze del sempre grande John Lithgow.
Ed è invece l’Andy Serkis che concesse anima e corpo al Gollum della trilogia Il Signore degli anelli a conferire in maniera notevole umanità allo scimpanzé protagonista Cesare, esposto alle sperimentazioni quando era ancora nell’utero materno e accudito in casa da Will; fino a diventare quel primate altamente intelligente cui si deve l’alba raccontata dallo script a cura dei produttori Rick Jaffa e Amanda Silver, sceneggiatori, tra l’altro, dell’horror datato 1997 Relic - L’evoluzione del terrore, diretto da Peter Hyams.
Non a caso, mentre tutt’altro che celato appare l’evidente (sotto)testo animalista, lo spettatore rimane di continuo in tensione, catturato da una vicenda dal sapore eco-vengeance incentrata meno sugli attori in carne e ossa che sulle scimmie splendidamente realizzate in digitale, alcune delle quali capaci perfino d’incutere paura, complici i toni dark dell’ottima fotografia di Andrew Lesnie.
Collaboratore di Peter Jackson, quest’ultimo, come pure i componenti della squadra d’infallibili effettisti della Weta; tanto che viene una gran voglia di interpretare quali branchi di piccoli, distruttivi King Kong quelli che vediamo a passeggio per le strade di San Francisco nella seconda, spettacolare parte di un’operazione tecnicamente impeccabile e costruita su 105 avvincenti minuti di visione.
Capaci di emozionare e caratterizzati da un incalzante ritmo narrativo, proprio come accadeva nelle belle pellicole d’intrattenimento a stelle e strisce sfornate tra gli anni Settanta e Ottanta.

La frase:
Cesare mostra capacità cognitive che eccedono di gran lunga quelle di un suo omologo umano.
a cura di Francesco Lomuscio

Go Back - Stampa

Preferenza
 

 
Follow us to...

Film + cliccati
1.   A Christmas Carol
2.   Gli amori folli
3.   Genitori & Figli - Agitare bene prima dell'uso
4.   Oceani 3d
5.   A Single Man
6.   Up
7.   Nine
8.   The Last Song
9.   G-Force: Superspie in missione
10.   L'uomo nell'ombra

Ultime schede
  Il Richiamo della Foresta
  1917
  Odio l estate
  Pinocchio
  Tolo Tolo
  Frozen 2 - Il Segreto di Arendelle
  Il primo Natale
  Tutto il mio folle amore
  La Famiglia Addams
  Sono Solo Fantasmi

P.zza XXI Luglio - Robecco sul Naviglio (MI)