Homepage Homepage Homepage Homepage
Home       Film Programmazione      Archivi Film -. Eventi       Sezioni Posters
Sezione Film
° Home


 Programmazione
° Film in programma
° Prossimi Film
° Cineforum

Sezioni
° Elenco Trailers
° Elenco Posters
° Archivio Film

1 2 3
4 Sezione Eventi 6
7 8
9
10
° Eventi in Digitale
° CineMerenda
° Rassegne Teatrali

 Agorà TM 2018
 ° Spettacoli
 ° Abbonamenti

° Archivio Eventi
12
13

Sezione Informativa
° News
° Informazioni e foto
° Biglietti e orari
° Dove Siamo
° Contatti
° Mailing List

Info
Parlano di noi:
Proloco Robecco s/N
Sale della comunita

Informazioni:
Tutte le notizie, recensioni e immagini riguardanti i film
sono prese da:

Filmup.com

Sezione privata

Scheda Film: Mr. Beaver

Mr. Beaver



Titolo Originale: The Beaver
Nazione: U.S.A.
Anno: 2010
Genere: Commedia, Drammatico
Durata: 91'
Regia: Jodie Foster
Sito ufficiale: www.thebeaver-movie.com

Cast: Mel Gibson, Jodie Foster, Anton Yelchin, Jennifer Lawrence, Paul Hodge, Michelle Ang, Riley Thomas Stewart, Kris Arnold, John Bernhardt
Produzione: Anonymous Content
Distribuzione: Medusa
Data di uscita: 20 Maggio 2011 (cinema)


Trailer: Trailer

(Opinioni presenti: 0 - Media Voto: 0 Stelle)



Walter Black, Presidente di un'azienda di giocattoli sull'orlo del fallimento, soffre di una grave forma di depressione. Quando la moglie lo caccia di casa, trova la marionetta di un castoro (beaver) e inizia ad animarla. Attraverso Mr. Beaver, Walter diventa simpaticissimo, un vero vulcano di energia e di idee. Riesce a riconciliarsi con la moglie e il figlio piccolo e a riportare l'azienda al successo. Ma presto, Mr. Beaver diventa troppo ingombrante e, infine, anche pericoloso...




Mr. Beaver
Ci sono varie ragioni per cui vale la pena andare al cinema e godei questo Mr Beaver, Fuori Concoo a Cannes 2011 nonché ultima fatica registica dell’attrice Jodie Foster (tre volte premio Oscar come miglior attrice). Ma la prima che viene in mente è che a stento troverete un Mel Gibson altrettanto umano, toccante e vero come in questa pellicola. Si abusa spesso dell’espressione stato di grazia, ma in questo caso gli calza a pennello.
Trama difficile e scomoda. Il maledetto parassita della depressione ha preso la vita di Walter Black. Prima sofisticato imprenditore di una ditta di giocattoli di successo; improvvisamente ombra di se stesso. Senza stimoli, senza gioie, senza voglia di vivere. Come lui stesso ammette a un certo punto, tra lui e il balcone al decimo piano di un palazzo c’è solo un oetto. Beaver, appunto. Parlando attraveo la buffa marionetta che si porta dietro, Walter pare ritrovare coraggio. Sarà così veramente? E quanto può durare?
E se Mel Gibson, con i suo trascoi dietro le sbarre e le denuncie di maltrattamento (al punto che nessuno pareva più volerlo a Hollywood) è il traino principale di questa pellicola – vederlo muovere la marionetta per rispecchiare le emozioni è il vero spettacolo -, non mancano altre ragioni di peso. Parliamo ad esempio di coraggio. E ci voleva una donna, guarda un po’, per tirare fuori gli attributi a questo cinema hollywoodiano impantanato tra supereroi e super remake. Jodie Foster, che a dirla tutta come regista non aveva brillato come da attrice (sua la regia di Il mio piccolo genio del 1991, e A casa per le vacanze del 1995), in questa occasione dimostra di sapere il fatto suo. Ottime alcune intuizioni, come il dualismo esistente nel film tra padre e figlio, un Anton Yelchin (qualcuno si ricorda dell’ottimo Charlie Bartlett?) qui studente e scrittore; o il saper mediare tra commedia e dramma in un equilibrio vacillante, che richiama idealmente la terribile malattia del protagonista. Mr. Beaver è allora anche un film sui rapporti famigliari, e su come il modo di relazionai finisca per essere una fitta rete di decisioni e scelte che condizioneranno altri, nel bene e più spesso nel male. Ambizioso, ma riuscito esempio di buona sceneggiatura, iomma, ad opera di Kyle Killen, iospettabile autore televisivo.
Jodie Foster tra ragione e pazzia trova la sua impronta registica.
Con delicatezza e realismo, Mr. Beaver vi commuoverà e vi farà sorridere. E vi interrogherà su cosa state cercando davvero. Perché tutto è bene quel che finisce, punto. La Foster chiude lì la frase.

La frase: Questa sera vorrei stare sola con te. Solo tu ed io.
Diego Altobelli

Go Back - Stampa

Preferenza
 


 
Follow us to...

Film + cliccati
1.   A Christmas Carol
2.   A Single Man
3.   Gli amori folli
4.   Oceani 3d
5.   Up
6.   Genitori & Figli - Agitare bene prima dell'uso
7.   Nine
8.   G-Force: Superspie in missione
9.   L'uomo nell'ombra
10.   The Last Song

Ultime schede
  Il ritorno di Mary Poppins
  Il Grinch
  Se son rose
  Sogno di una notte di mezza età
  First Man - Il primo uomo
  Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni
  BlacKkKlansman
  Gli Incredibili 2
  Ritorno al Bosco dei 100 Acri
  Mamma mia! Ci risiamo

Statistiche
Utenti On Line: 5


P.zza XXI Luglio - Robecco sul Naviglio (MI)