Homepage Homepage Homepage Homepage
Home       Film Programmazione      Archivi Film -. Eventi       Sezioni Posters
Sezione Film
° Home


 Programmazione
° Film in programma
° Prossimi Film
° Cineforum

Sezioni
° Elenco Trailers
° Elenco Posters
° Archivio Film

1 2 3
4 Sezione Eventi 6
7 8
9
10
° Eventi in Digitale
° CineMerenda
° Rassegne Teatrali

 Agorà TM 2019
 ° Spettacoli
 ° Abbonamenti

° Archivio Eventi
12
13

Sezione Informativa
° News
° Informazioni e foto
° Biglietti e orari
° Dove Siamo
° Contatti
° Mailing List

Info
Parlano di noi:
Proloco Robecco s/N
Sale della comunita

Informazioni:
Tutte le notizie, recensioni e immagini riguardanti i film
sono prese da:

Filmup.com

Scheda Film: The Green Hornet

The Green Hornet



Titolo Originale: The Green Hornet
Nazione: U.S.A.
Anno: 2010
Genere: Azione
Durata: 120'
Regia: Michel Gondry
Sito ufficiale: www.sonypictures.net/movies/...
Sito italiano: www.thegreenhornet.it
Social network: facebook

Cast: Seth Rogen, Cameron Diaz, Christoph Waltz, Edward Furlong, Tom Wilkinson, Edward James Olmos, Jay Chou, Chad Coleman, David Harbour, Analeigh Tipton, Eddie Rouse, Robert Clotworthy
Produzione: Original Film Feature Films, Sony Pictures Entertainment
Distribuzione: Sony Pictures Releasing Italia
Data di uscita: 28 Gennaio 2011 (cinema)


Trailer: Trailer

(Opinioni presenti: 2 - Media Voto: 3 Stelle)



Britt Reid (Seth Rogen), il figlio del più importante e rispettato magnate dei media di Los Angeles, è impegnato a condurre la propria esistenza senza scopi all'insegna del divertimento, fin quando suo padre (Tom Wilkinson) muore misteriosamente, lasciandogli in eredità tutto il suo impero economico. Stringendo un'improbabile amicizia con uno dei più laboriosi ed inventivi impiegati del padre, Kato (Jay Chou), insieme intravedono la possibilità di fare, per la prima volta nella loro vita, qualcosa di veramente importante: combattere il crimine. Ma per poter fare ciò, entrambi decidono di diventare criminali e per proteggere la legge, la infrangono. Britt diviene così il Calabrone Verde ed insieme a Kato combatte il crimine per le strade. Adoperandosi con la sua ingegnosità e le sue abilità, Kato costruisce un'arma, in stile retro, tecnologicamente molto avanzata, The Black Beauty, una potente macchina indistruttibile. A bordo di una fortezza su quattro ruote, in grado di colpire i cattivi, grazie agli equipaggiamenti di Kato, il Calabrone Verde e Kato riescono in breve tempo a farsi una certa reputazione e con l'aiuto della nuova segretaria di Britt, Lenore Case (Cameron Diaz), iniziano a dare la caccia all'uomo che controlla la malavita di Los Angeles: Benjamin Chudnofsky (Christoph Waltz). Ma Chudnofsky ha dei piani ben precisi: schiacciare il Calabrone Verde una volta per tutte.




The Green Hornet
Ben tre decenni prima che riscuotesse grande successo quel telefilm degli anni Sessanta interpretato da Bruce Lee e di cui l’enfant terrible di Hollywood Quentin Tarantino ha perfino riciclato il tema musicale nel suo “Kill Bill vol. 1”, il peonaggio del Calabrone verde fu protagonista di una trasmissione radiofonica, poi di fumetti e serial televisivi.
Non a caso, sebbene il citato asso del kung fu venga omaggiato attraveo la fugace apparizione di un disegno che lo ritrae, è proprio dal primissimo “The Green Hornet” veione audio che il visionario francese Michel Gondry – autore di “Se mi lasci ti cancello” e “Be kind rewind-Gli acchiappafilm” – prende ispirazione per questa trasposizione cinematografica in 3D che vede il Seth Rogen di “Molto incinta” nei panni di Britt Reid, figlio perdigiorno del più importante e rispettato magnate dei media di Los Angeles.
Figlio perdigiorno che, in seguito alla misteriosa morte del padre, stringe un’improbabile amicizia con uno dei più laboriosi ed inventivi impiegati di quest’ultimo, Kato alias Jay Chou, iieme al quale, travestito da eroe che dà il titolo al film ed a bordo della Black beauty, indistruttibile e tecnologicamente avanzata quattroruote, comincia ad andaene in giro di notte per combattere il crimine, principalmente rappresentato da Benjamin Chudnofsky, boss malavitoso di Los Angeles cui concede anima e corpo il Christoph Waltz di “Bastardi senza gloria”.
Quindi, è impossibile non individuare un certo sottotesto relativo all’incontro di due divee classi sociali nell’assistere alle avventure del ricco yuppie affiancato dall’orientale di povera estrazione operaia; coppia di cui Gondry racconta la genesi ricorrendo non poco a dosi di sana, indispeabile ironia, tanto da ricordare vagamente sia “Mystery men” di Kinka Usher che “Orgazmo” di Trey Parker.
E soltanto dopo la prima sequenza d’azione si comincia a respirare una certa nostalgica aria da cinecomix anni Ottanta-Novanta, complice il poco ma efficace uso degli effetti digitali, fino ad un’ultima, movimentatissima parte inaspettatamente infarcita di violenza e cattiveria, un po’ come lo fu il “Batman” burtoniano.
Pellicola con la quale, ovviamente, i paragoni terminano qui, in quanto “The Green Hornet”, le cui migliori sequenze sono senza dubbio quelle emozionanti degli ieguimenti automobilistici e delle imprese proto-Jet Li di Kato, rimane un godibile prodotto al di sopra della media che difficilmente lascia individuare al suo interno la particolare mano dell’autore de “L’arte del sogno”; mentre ci spinge anche a chiederci quale importanza abbia il peonaggio della segretaria Lenore Case incarnata da Cameron Diaz, che compare occasionalmente senza incidere troppo sull’evoluzione della storia.

La frase: Tentare è inutile se fallisci sempre.
Francesco Lomuscio

Go Back - Stampa

Preferenza
 

 
Follow us to...

Film + cliccati
1.   A Christmas Carol
2.   Gli amori folli
3.   Genitori & Figli - Agitare bene prima dell'uso
4.   Oceani 3d
5.   A Single Man
6.   Up
7.   Nine
8.   The Last Song
9.   G-Force: Superspie in missione
10.   L'uomo nell'ombra

Ultime schede
  Il Richiamo della Foresta
  1917
  Odio l estate
  Pinocchio
  Tolo Tolo
  Frozen 2 - Il Segreto di Arendelle
  Il primo Natale
  Tutto il mio folle amore
  La Famiglia Addams
  Sono Solo Fantasmi

P.zza XXI Luglio - Robecco sul Naviglio (MI)