Homepage Homepage Homepage Homepage
Home       Film Programmazione      Archivi Film -. Eventi       Sezioni Posters
Sezione Film
° Home


 Programmazione
° Film in programma
° Prossimi Film
° Cineforum

Sezioni
° Elenco Trailers
° Elenco Posters
° Archivio Film

1 2 3
4 Sezione Eventi 6
7 8
9
10
° Eventi in Digitale
° CineMerenda
° Rassegne Teatrali

 Agorà TM 2019
 ° Spettacoli
 ° Abbonamenti

° Archivio Eventi
12
13

Sezione Informativa
° News
° Informazioni e foto
° Biglietti e orari
° Dove Siamo
° Contatti
° Mailing List

Info
Parlano di noi:
Proloco Robecco s/N
Sale della comunita

Informazioni:
Tutte le notizie, recensioni e immagini riguardanti i film
sono prese da:

Filmup.com

Scheda Film: Il Quarto Tipo

Il Quarto Tipo



Titolo Originale: The Fourth Kind
Nazione: U.S.A.
Anno: 2009
Genere: Thriller, Horror
Durata: 96'
Regia: Olatunde Osunsanmi
Sito ufficiale: www.thefourthkind.net
Sito italiano: www.ilquartotipo.it

Cast: Milla Jovovich, Will Patton, Hakeem Kae-Kazim, Corey Johnson, Enzo Cilenti, Elias Koteas, Eric Loren, Mia McKenna-Bruce, Raphaël Coleman, Daphne Alexander, Alisha Seaton, Tyne Rafaeli
Produzione: Gold Circle Films, Dead Crow Productions, Chambara Pictures, Fourth Kind Productions
Distribuzione: Warner Bros
Data di uscita: 22 Gennaio 2010 (cinema)


(Opinioni presenti: 0 - Media Voto: 0 Stelle)



Le misteriose sparizioni di diverse persone nella lontana Alaska, avvenute nell'arco degli ultimi quarant'anni, fanno si che venga riaperto un caso che l'FBI sembrava avesse volutamente fatto cadere nel dimenticatoio. Qualcosa di terribilmente pauroso si nasconde dietro queste scomparse...



Ormai da molti anni è diventato molto comune, nei lanci promozionali di molte pellicole, leggere la fatidica frase "tratto da una storia vera". Il problema di questo genere di operazioni è che nella semplice parola "tratto" si nasconde in realtà un abisso di interpretazioni, interpolazioni, manipolazioni. Le testimonianze sono tenute sotto chiave oppure non sono riproducibili in un formato cinematograficamente accettabile e in definitiva il legame tra la narrativa filmica e la storia che l'ha generata diventa sempre più flebile, fino a diventare del tutto impercettibile.

Il caso del quarto tipo si discosta non solo da questo genere di cinema, ma anche da molta documentaristica di stampo televisiva che spesso offre pseudo ricostruzioni di eventi paranormali, che si suppone siano avvenuti, ma che lasciano molto spazio a incredulità e, diciamolo, senso del ridicolo. Ne Il quarto tipo, in maniera forse lievemente pedante ma necessaria, la protagonista Milla Jojovich e il regista Olatunde Osunsanmi intervongono direttamente nel film, presentando una serie di fatti (o presunti tali) così come sono stati raccontati da una psicologa durante il suo lavoro in una lontana città dell'Alaska.

Durante una ricerca su una serie di disturbi del sonno che affliggevano alcuni abitanti della città di Nome, in Alaska, questa psicologa si trovò di fronte a una serie di coincidenze inspiegabili e fu vittima in prima persona di eventi particolarmente traumatici.
Durante il suo studio la dottoressa Tyler registrò molte delle sedute di ipnosi con supporti audio e video e il regista de "Il quarto tipo" usa questo materiale in maniera del tutto inedita. Olatunde Osunsanmi infatti presenta un accostamento diretto (tramite la divisione dello schermo) tra i nastri originali e la ricostruzione cinematografica.
Le immagini si richiamano a vicenda pur senza assomigliarsi (gli ambienti, per esempio sono completamente diversi), il contrasto tra immagine cinematografica perfetta e documento sgranato e impreciso conferisce a quest'ultimo un'aura di verità di grande potenza e le interviste alla vera dottoressa Tyler completano il corollario in maniera del tutto coerente.

Il risultato è un film che, a prescindere dalle opinioni che si possono avere sul tema dei rapimenti alieni, è profondamente inquietante e riesce ad aprire la porta a dubbi e interrogativi che l'uomo, nella vita di tutti i giorni, cerca di accantonare e di rimuovere. Non un film per i deboli di cuore o per coloro che amano porsi troppe domande sulle intenzioni che eventuali intelligenze aliene possono avere nei nostri confronti.

La frase: "La pazzia non è una cosa che puoi spegnere quando ti pare".

Mauro Corso

Go Back - Stampa

Preferenza
 

 
Follow us to...

Film + cliccati
1.   A Christmas Carol
2.   Gli amori folli
3.   Genitori & Figli - Agitare bene prima dell'uso
4.   Oceani 3d
5.   A Single Man
6.   Up
7.   Nine
8.   G-Force: Superspie in missione
9.   The Last Song
10.   L'uomo nell'ombra

Ultime schede
  Il Richiamo della Foresta
  1917
  Odio l estate
  Pinocchio
  Tolo Tolo
  Frozen 2 - Il Segreto di Arendelle
  Il primo Natale
  Tutto il mio folle amore
  La Famiglia Addams
  Sono Solo Fantasmi

P.zza XXI Luglio - Robecco sul Naviglio (MI)